IT  EN 

Birdwatching

  


   

Per informazioni:
cel.  335 236673
@ ansevallivediporto@atlantide.net                                                            

 

      Un'Oasi per il birdwatching

Gli uccelli acquatici sono presenti in Oasi con un numero particolarmente elevato di specie e di individui, attirati dalla quantità di cibo a disposizione e dalla possibilità di nidificare sugli argini o in mezzo alle canne assolutamente indisturbati. Nel bacino infatti sono severamente vietate la pesca e l’utilizzo di qualsiasi natante.
La stagione più interessante dal punto di vista ornitologico è sicuramente la primavera, con i corteggiamenti, la formazione delle coppie, la costruzione del nido, la deposizione e la cova delle uova.  Nelle vasche caratterizzate da acque profonde è possibile vedere sia le anatre di superficie come il Germano reale, il Mestolone, l'Alzavola, il Codone, la Marzaiola, la Canapiglia, il Fischione, sia le anatre tuffatrici come il Moriglione, la Moretta e la Moretta tabaccata
Tra i passeriformi che vivono nel canneto si avvistano dalla tarda primavera Cannaiola, Usignolo e Cannareccione. Più rari sono Usignolo di fiume e Basettino. Tra i passeriformi che occupano gli argini dell'oasi troviamo Pettirosso, Merlo, Capinera, Cinciallegra, Cinciarella, Fringuello, Luì piccolo, Cardellino, Balia nera, Regolo e Codirosso spazzacamino.  
In estate è molto presente il Cuculo, facilmente identificabile dal canto che è ben udibile.     
Nei mesi estivi, quando il livello dell'acqua è praticamente nullo, il prato umido accoglie la Folaga, la Gallinella d’acqua e il Porciglione, mentre tra i limicoli sono presenti la Pavoncella, molto diffusa e nidificante, il Beccaccino e il Cavaliere d’Italia.
Da qualche anno è presente una colonia di Spatole nidificante, ogni stagione sempre più consistente.

Oltre alle anatidi è possibile vedere anche lo Svasso maggiore, soprattutto alla fine dell’inverno mentre compie le parate nuziali, oppure durante la tarda primavera/estate quando alleva la prole. Con un po' di fortuna si osserva il Martin pescatore, riconoscibile dal piumaggio aranciato sul petto, che occupa le zone della valle dove l’acqua è meno ferma, sempre alla ricerca di piccoli pesci.

In oasi è inoltre possibile osservare tutte gli esemplari di Ardeidi, molti dei quali nidificano all’interno del canneto, come l’Airone rosso, il Tarabusino, il Tarabuso. I più numerosi sono l’Airone cenerino, la Garzetta, gli aironi guardabuoi. E' presente anche una popolazione di Nitticora, diventata stanziale.
L’Airone bianco maggiore fa registrare altissime concentrazioni durante i mesi invernali. Negli ambienti terrestri dell'oasi è molto presente il Fagiano.

Nell'area è abbondante la presenza di rapaci diurni, nei vari periodi dell’anno: falchi di palude, poiane, gheppi, albanelle minori e albanelle reali. Tra i rapaci notturni troviamo il Gufo comune, il Barbagianni e la Civetta.

Grazie alle caratteristiche ambientali e alla posizione isolata dell’Oasi, è stato possibile sviluppare due importanti progetti di reintroduzione: Cicogna bianca (Ciconia ciconia) e Oca selvatica (Anse anser).

 
 

 

 


Tutte le iniziative >

Galleria fotografica